venerdì 31 agosto 2012

Basta Segreti Basta Bugie di Patricia Cori (Nexus)



Con l’approssimarsi del 21 dicembre 2012, data in cui termina il Calendario Maya con l’avvento del Quinto Sole, numerose antiche profezie si stanno misteriosamente manifestando negli eventi politici e geofisici contemporanei. La Terra sta entrando nella fase finale del suo processo di ascensione, uno spostamento dimensionale al termine del quale l’illusione del tempo lineare cesserà di esistere.
In questo che è il volume conclusivo di una trilogia dedicata agli insegnamenti canalizzati da un gruppo di esseri extradimensionali originari del sistema stellare di Sirio, l’autrice fornisce informazioni di importanza fondamentale per comprendere le vere origini e l’autentico destino della razza umana, nonché inquadrare nel loro giusto contesto gli eventi che stanno caratterizzando questo travagliato periodo della nostra storia. Informazioni sulla nascita e sulla manipolazione dell’Homo Sapiens, sulle radici del razzismo, sulle forze oscure che di fatto spadroneggiano sul nostro pianeta e gestiscono i traffici di droga e di armi, controllano i media usandoli per manipolare la coscienza collettiva del genere umano e avvilupparla in una rete di paura e rassegnazione, sviluppano tecnologie segrete per militarizzare e presidiare lo spazio esterno, tutto nel tentativo di formare un governo mondiale unificato che completerà il loro dominio assoluto sulla Terra e i suoi abitanti. Acquisire la piena consapevolezza della nostra vera natura spirituale e la comprensione della struttura e delle sottili mutazioni del nostro DNA costituisce un aiuto inestimabile in questo difficile momento di transizione verso una luminosa ascensione planetaria, ormai sempre più vicina e ineluttabile.

Patricia Cori, nata nell'Area della Baia di S. Francisco, ha utilizzato le sue capacità di chiaroveggente per il lavoro di cura e supporto durante la sua vita che è stata dedicata, in gran parte, allo studio del misticismo e della filosofia delle antiche civiltà, all' Healing metafisico, alla spiritualità e alla vita extraterrestre. E' la fondatrice della LightWorks Association (Associazione Lavori di Luce), uno dei primi centri spirituali apparsi a Roma, i cui locali servirono come centro Healing, come scuola e come sede dell'unica Biblioteca New Age della città. Essa è una figura importante del Movimento New Age, ben nota nel circuito internazionale dell'insegnamento, dato che offre corsi, seminari e laboratori di ricerca negli USA e all'estero su una vasta gamma di argomenti, che riflettono la sua ampia conoscenza di metodi alternativi di guarigione e la sua consapevole conoscenza della Conoscenza Superiore. Nel 1996 essa fondò pure il LightWorks Travel Club (Il Club viaggi LightWorks)), Viaggi mistici, e più avanti, in quell'anno, condusse un gruppo di viaggiatori dello Spirito in Nepal e in Tibet. Patricia Cori offre pure l'addestramento per attivare il DNA e per i programmi di certificazione per Facilitatori del DNA, seguendo le istruzioni delle squadre di Healing dell'Alto Consiglio Siriano.

giovedì 30 agosto 2012

La Moneta Copernicana di Nino Galloni e Marco Della Luna (Nexus)



Crisi e maxi-truffe bancarie di Parmalat, Enron, Halliburton, Lehman Brothers etc., diffondono in tutto il mondo insicurezza, recessione, impoverimento. Paradossalmente, proprio nel far ciò, esse palesano la vera natura e la potenzialità rigenerativa della moneta, capace di rilanciare lo sviluppo sano di ricchezza reale ed evitare gli anni bui che altrimenti si prospettano.
Questa potenzialità è stata finora tenuta nascosta dallo stesso sistema bancario che ha generato le bolle finanziarie e i grandi crack. Tenuta nascosta col dogma del sistema bancario come fonte obbligata della moneta e come proprietario del suo valore. E col dogma del debito come peccato di nascita della moneta. Tenuta nascosta per mantenere la società e la politica in un rapporto di dipendenza. La moneta non ha affatto bisogno di nascere da un prestito (debito), come avviene anche col Dollaro e con l’Euro; anzi, solo se nasce senza indebitamento è sostenibile – se nasce con indebitamento, automaticamente distrugge sé stessa attraverso il meccanismo dell’interesse composto: ciò che ora sta succedendo. E, succedendo, rende visibile che:
- le grandi truffe finanziarie, il gonfiaggio delle bolle e il loro scoppio, le fasi di recessione, non sono eventi naturali o accidentali, ma un potente strumento di accumulazione di ricchezza;
- la dottrina economica dominante, sostenuta dal sistema bancario (comprese le banche centrali), sposata dai governi, era non solo erronea, ma strumentale al business delle bolle e delle truffe finanziarie;
- banche e agenzie di rating, nell’inerzia di autorità monetarie e di borsa, hanno inondato i mercati e i mass media di informazioni false per favorire quel medesimo business.
Dietro il crollo del castello della carta-straccia finanziaria, appare un secondo castello, altrettanto pericolante: il castello della carta-straccia monetaria, della banca straccia. È questo il vero pericolo, che la politica e i mass media esitano ancora a menzionare: restare senza moneta.
Copernico, dimostrando che al centro del sistema solare è il Sole, e non la Terra, rese possibile una corretta comprensione dei fenomeni astronomici, quindi la fisica moderna. Analogamente questo libro, svelando e provando che non è l’Uomo a ruotare intorno al denaro, ma è il denaro (la banca) che ruota intorno al lavoro dell’Uomo e da esso deriva il suo valore, consente alla società, attraverso una moneta libera da debito, di liberarsi dalla dipendenza da un sistema bancocentrico basato su una scarsità artefatta delle risorse e divenuto oramai sostenibile solo attraverso continue trasfusioni di denaro sottratto ai contribuenti.
Oltre a esporre le basi scientifiche di questa rivoluzione, gli Autori formulano un articolato e concreto piano di risanamento e rilancio dell’economia su basi eque, sostenibili e trasparenti.


Antonino Galloni, economista post-keynesiano, già ricercatore e docente universitario nonché direttore generale dei Ministeri del Bilancio e del Lavoro, ha recentemente pubblicato Misteri dell’Euro e Misfatti della Finanza (Rubbettino), Il Grande Mutuo (Editori Riuniti). Marco Della Luna, avvocato e studioso dei sistemi di dominazione sociale, è autore del best seller Euroschiavi – i Segreti del Signoraggio (Arianna) e di altri saggi tra cui Polli da Spennare, Il Codice di Mâya (Nexus), Basta Italia (Arianna) e Neuroschiavi (Macroedizioni, in corso di stampa).



mercoledì 29 agosto 2012

Polli da Spennare (Nexus) di Marco della Luna

Polli da spennare – Come e perché i politici italiani ci hanno completamente rovinato di Marco Della Luna è un libro forte. Si parla di Italia in rovina, di Italiani disperati, di politici corrotti e barbari, di crudeltà inutili indifferentemente praticate su umani e animali, di occasioni perse, di sovranità monetaria espropriata ai cittadini e allo Stato, di criminalità che sguazza coi poteri forti, di poteri forti che sguazzano con la criminalità. È inutile cercare di sintetizzarne i passaggi più significativi: sono tutti significativi e, nella loro disarmante brutalità, andrebbero letti e vissuti direttamente più che mediati ed eterointerpretati. Eppure il libro si presta ad una lettura che, forse, potrebbe addirittura andare al di là delle stesse intenzioni disperanti dell’autore: esso, infatti, si inserisce in un filone del tutto nuovo che sta nascendo da pochissimi anni (forse sette o otto) in tutto il mondo, quello del nazionalismo pacifico. Durante gli anni sessanta e settanta dello scorso secolo, infatti, le multinazionali, supportate dall’azione violenta dei servizi segreti (più o meno deviati) dei principali Paesi industrializzati, hanno fatto piazza pulita dei leader democratici indipendenti (da Kennedy a Moro, da Allende a Lumumba) per ottenere il fondamentale risultato, in vista della sopraffazione dei popoli e del dilagare senza limitazioni dei loro poteri e interessi privatistici: l’abbattimento o, almeno, l’indebolimento dello Stato-Nazione. Non è un caso, dunque, se già durante il decennio successivo, gli anni ‘80, gli Stati nazionali risultavano privati del loro fondamentale strumento di azione, la sovranità monetaria; ciò ed il cosiddetto liberismo hanno posto le basi della neoglobalizzazione, una forma sfrenata e scriteriata di competizione fra i popoli a chi pagava meno e trattava peggio i propri lavoratori ed i propri cittadini. Tale modello, tuttavia, risulta in grave crisi da sette-otto anni, come si diceva, anche perché la potenza liberista-imperialista “di coordinameno”, gli USA – che hanno perso la loro indipendenza a favore di un gruppo di uomini d’affari senza scrupoli facenti capo alla piazza di Londra, madre di tutte le trame – ha pensato bene di lanciare sanguinose e perdenti guerre da finanziare in dollari: la via maestra di una perdita di valore che solo i possessori di tale valuta (soprattutto Cina, India e Russia) hanno potuto scongiurare non utilizzandoli, ma ottenendo in cambio un certo ripristino delle loro volontà nazionali. E così lo Stato moderno – che ha i geni cattivi del Principe di machiavelliana memoria e i geni buoni del Trattato di Westfalia – si è preso la sua non piccola rivincita; certo, se assisteremo, nei prossimi decenni, ad una ripresa dei nazionalismi aggressivi con rivendicazioni territoriali ed economiche che portano a scontri militari, il quadro fosco delineato da Marco Della Luna per l’Italia sarà destinato ad aggravarsi e, logicamente, ad allargarsi un po’ dappertutto. Ma se, invece, prevarrà una logica di sviluppo autocentrato (in cui anche le monete complementari locali avranno un ruolo importante, almeno all’inizio) e di rispetto della sfera di influenza e di autonomia dei “vicini di casa”, è possibile uno scenario politico ed economico del tutto diverso. E incoraggiante. Ma, prima, occorrerebbe leggere Polli da spennare per capire fino in fondo quello che non si deve accettare se si vuole diventare classe dirigente responsabile, cittadini intelligenti, popoli liberi. Ora che il sistema, dispone di leggi e tecnologie che gli consentono un controllo e una manipolazione radicali, si gioca il nostro futuro: ritornare uomini o diventare come polli geneticamente modificati. Subire fino in fondo la logica del profitto e dei numeri, oppure tornare a contare come esseri umani, l’unica alternativa a un destino di polli d’allevamento, che nascono e vivono solo per essere spennati e mangiati. Ora, o mai più. La via della salvezza è aperta dalla conoscenza.
Questo libro indica le risorse: per risolvere gli attuali problemi occorre investire subito le risorse che il futuro è in grado di produrre.

Marco Della Luna, avvocato, esercita da anni la professione forense. Laureato in psicologia a Padova è inoltre studioso di strumenti psicologici, economici e giuridici di dominazione sociale. Autore di numerosi articoli e di diversi libri tra cui: Il Codice di Mâya, Euroschiavi, Le Chiavi del Potere.

martedì 28 agosto 2012

Le coincidenze significative di Giorgio Galli (Lindau)


Partendo da un concetto definito da Jung nel 1950, quello di sincronicità, Giorgio Galli propone un’analisi della realtà politica italiana e internazionale dell’ultimo secolo, attraverso l’individuazione di «coincidenze significative» fra gli eventi della storia. Esse, secondo lo psicoanalista svizzero, riguarderebbero fatti non vincolati da un rapporto di causa ed effetto (l’uno non è la conseguenza dell’altro) ma caratterizzati appunto da sincronicità (avvengono nello stesso tempo), e che presenterebbero un’evidente comunanza di significato. Muovendo dalla suggestiva intuizione junghiana, Galli individua nelle coincidenze significative il prodotto di un «gruppo di eventi schierati attorno a un centro», la cui decifrazione coincide con il tentativo di mettere ordine in una realtà sempre più difficile da decodificare secondo i canoni tradizionali della causalità.
La storia e la cronaca offrono numerosi e sorprendenti esempi di «coincidenze» – quelle che legano Matteotti, Mussolini e Moro, ma anche la strage di piazza Fontana, gli Ufo e il caso Calvi; oppure quelle che caratterizzano la politica estera statunitense da Reagan a Obama, passando per l’attacco alle Twin Towers –, che l’occhio esperto di Galli individua facendo emergere relazioni inattese e «misteriose», ma proprio per questo intriganti. Al lettore l’invito e la sfida a coglierne altre.

Giorgio Galli è stato docente di storia delle dottrine politiche presso l’Università degli Studi di Milano. Tra le sue numerose opere ricordiamo: Il decennio Moro-Berlinguer. Una rilettura attuale (2006), Enrico Mattei: petrolio e complotto italiano (2005), Hitler e il nazismo magico (2005), Piombo rosso. La storia completa della lotta armata in Italia dal 1970 a oggi (2005), I partiti politici italiani (1943-2004). Presso le Edizioni Lindau ha pubblicato La magia e il potere (2004) e La venerabile trama (2007).

lunedì 27 agosto 2012

CIA di Tim Weiner (Rizzoli)


Ascesa e caduta dei servizi segreti più potenti del mondo. Il premio Pulitzer Tim Weiner ha recuperato per primo dagli archivi migliaia di documenti, spesso appena declassificati, e intervistato centinaia di protagonisti. Oggi demolisce il mito dei servizi segreti americani mettendone a nudo corruzione, brutalità e inefficienza, in una ricostruzione ricca di particolari inquietanti, che getta nuova luce sul nostro recente passato, e sul lato oscuro della politica estera degli Stati Uniti. "Una necessità sgradevole ma vitale": così nel 1960, in piena Guerra fredda, il presidente Eisenhower definì l'attività di spionaggio. In quell'epoca, la sigla già aveva già i contorni del mito. Eroi intrepidi che sventavano complotti internazionali, ma anche sicari senza scrupoli responsabili di rapimenti, torture e massacri. L'agenzia di spionaggio americana esisteva già dal 1947 e il suo primo successo era stato proprio in Italia: aver "salvato" il Paese dal comunismo alle elezioni del 1948. Ma molti furono in seguito gli insuccessi: dall'impiego di ex gerarchi nazisti come "combattenti per la libertà" al disastroso tentativo di assassinare Fidel Castro, dalle fallimentari infiltrazioni in Manciuria durante la guerra di Corea alle operazioni in Iraq. A caccia delle verità nascoste nei sessant'anni di storia della CIA, il premio Pulitzer Tim Weiner ha recuperato dagli archivi migliaia di documenti, spesso appena declassificati, e intervistato centinaia di protagonisti.

Tim Weiner, giornalista del “New York Times” e un paio di Pulitzer alle spalle, si è occupato della Cia per vent’anni e ha sempre sostenuto, in maniera appassionata, questa tesi.

domenica 26 agosto 2012

La congiura sacra di Georges Bataille (Bollati Boringhieri)


La pubblicazione nel 1936 del primo numero della rivista «Acéphale» segna per Bataille la fine della militanza in progetti più direttamente politici, come quelli di «La Critique sociale» (con Boris Souvarine) e di «Contre-Attaque» (con André Breton). Proseguita fino al 1939 con l’apporto di pochi collaboratori, tra i quali Pierre Klossowski e Roger Caillois, la pubblicazione – quattro fascicoli qui integralmente tradotti – è contemporanea dell’attività del Collegio di Sociologia. Come in quella sede, ma in modo più diretto ed esplicito, Bataille e gli altri affrontano il problema della dimensione «religiosa» che scorgono alla base del successo del fascismo, e cercano nel «sacro» i mezzi per contrastarlo. Non senza pericolose contiguità, che non bastano tuttavia ad accreditare la leggenda di un Bataille «affascinato» dal nazismo, dai suoi miti e dai suoi riti. Bastano viceversa a smentirla i testi qui compresi, in particolare Nietzsche e i fascisti e Cronaca nietzscheana, intesi a sottrarre l’opera del filosofo alla propaganda nazista, per includerlo in un pantheon comprendente anche Sade e Kierkegaard. Ma «Acéphale» non è solo la testata di una rivista: è anche il nome della società segreta, piccola comunità iniziatica, che raccoglieva attorno a Bataille alcuni dei suoi amici e collaboratori. Su questa società, realizzazione di una «congiura sacra» che sarebbe stata fondata addirittura sul sacrificio umano di una vittima consenziente, un importante dossier in gran parte inedito fa ora per la prima volta piena luce.

Georges Bataille (1897-1962), scrittore, filosofo, sociologo, etnografo, è autore, oltre che di romanzi e racconti, anche di un’ampia produzione saggistica; segnaliamo, in traduzione italiana presso altri editori: Su Nietzsche (Cappelli, Bologna 1980), L’erotismo (se, Milano 1986), L’esperienza interiore (Dedalo, Bari 19872), La letteratura e il male (se, Milano 1989), La sovranità (il Mulino, Bologna 1990), Contre-attaques (Edizioni Associate, Roma 1995), Il limite dell’utile (Adelphi, Milano)




sabato 25 agosto 2012

Nessun Segreto di Fabio Chiusi (Mimesis)


Guida minima a Wikileaks, l'organizzazione che ha cambiato per sempre il rapporto tra Internet, informazione e potere Dal trattamento dei prigionieri a Guantanamo ai segreti di Scientology, dal video choc dell’uccisione di civili da parte dei militari statunitensi alle migliaia di documenti che hanno riscritto la storia del conflitto in Afghanistan e Iraq. Fino ai 250 mila rapporti riservati dei diplomatici statunitensi che hanno mandato in subbuglio il mondo. Sono solo alcune delle rivelazioni pubblicate sul sito di WikiLeaks, l’organizzazione di Julian Assange che, garantendo l’anonimato ai propri informatori, ha diffuso documenti riservati di multinazionali e governi di tutto il globo. Rimettendo in discussione i confini tra giornalismo, attivismo e hacking, tra segretezza e trasparenza, tra tecnologia e potere. Ma che cosa vuole ottenere Assange? Quale pensiero informa le sue mosse? La rete sarà più o meno libera dopo WikiLeaks? E noi? Il volume, dopo aver introdotto la complessa personalità di Assange e la storia della sua organizzazione, fa il punto del dibattito scaturito tra i più attenti osservatori delle dinamiche del web per rispondere a quest’ordine di domande. Al suo interno, interviste a Micah L. Sifry e Gabriella Coleman. Postfazione di Guido Scorza.

Fabio Chiusi, MSc alla London School of Economics in Storia e Filosofia della Scienza, è un giornalista e blogger. È redattore per Lettera43.it e scrive di politica, social networking e critica della disinformazione sul blog ilNichilista. Collabora con l’Espresso, Libertiamo, Agoravox Italia e il Termometro Politico. Per Mimesis ha pubblicato Ti odio su Facebook. Come sconfiggere il mito dei brigatisti da social network prima che imbavagli la rete (luglio 2010).

venerdì 24 agosto 2012

Oria - Investitura del Cavaliere Teutonico tra storia, mito e leggenda


Su invito del dott. Salvatore Lana Delli Santi e della sua  A.S.D. Accademia di Scherma FEDERICO II, il Gran Consiglio dell’Ordo Equestris Templi  Arcadia,  nello spirito di fratellanza e solidarietà nei confronti della succitata Accademia, e visto il grande livello culturale della manifestazione, ha decretato di partecipare con una sua delegazione alla manifestazione  


Sabato 25 agosto 2012, alle ore 20:00, nell'accogliente e quanto mai indicata atmosfera della Chiesa di San Giovanni Battista, via Renato Lombardi, Oria (Brindisi), va in scena la suggestiva cerimonia dell'Investitura del Cavaliere Teutonico, tra storia, mito e leggenda, curata dall’Accademia di Scherma Federico II, in collaborazione con l’Associazione Mesagne Teutonica, nell’ambito della programmazione del cartellone di eventi estivi “stORIA(TM) d’Estate 2012” realizzato con il patrocinio della Città di Oria, della Provincia di Brindisi e della Regione Puglia.


La Chiesa, non più adibita al culto, è una costruzione di origine romanica (eretta nel 1344), successivamente inglobata in un grande complesso barocco progettato dai padri Celestini nel XVII secolo.

La manifestazione, giunta ormai alla sua VI edizione, è un evento rievocativo-culturale sulla figura del cavaliere medievale e sull’ordine Teutonico, ordine al quale, durante il XIII secolo l’Imperatore Federico II, affidò diversi possedimenti in provincia di Brindisi.

“Tutto è stato scelto affinché venga rispecchiato l’antico rituale, dalla location al cerimoniale, coniugando l’esigenze di autenticità al piacere dell’intrattenimento, evitando l’aggiunta di attrazioni non inerenti alla cerimonia stessa” spiega il dott. Salvatore Lana Delli Santi, Presidente dell’Accademia di Scherma Federico II, che continua: “le rievocazioni non sono delle “banali” feste, ma patrimonio della realtà locale che si intende valorizzare, da rendere vere ed aderenti ai tempi che esse si propongono di ricordare (pur lasciando tutto lo spazio necessario alla finzione scenica dell’attualità), per trasmettere e comunicare la nostra storia ai turisti, ai visitatori, alle giovani generazioni, a chi ha scelto di risiedere da noi. In questa cerimonia di rievocazione storica inoltre, vogliamo calarci nel passato non solo per l’episodio storico in sé, ma soprattutto per cogliere da quel passato ciò che può essere ancora attuale; quando in quei secoli remoti veniva calpestata la lealtà la solidarietà la giustizia: ecco la figura del cavaliere; che non era solo un valore militare, ma anche cortesia, il suo codice di comportamento era basato sulla lealtà, la prodezza, il coraggio e la generosità; ed è questo che anima la nostra Associazione. Non solo storia quindi, si vuole promuovere nei più giovani questi sentimenti di fratellanza, generosità e raffinata cortesia. La mostra sulle armi medievali “Media Aetas Duellatorum” già inaugurata lo scorso 20 luglio sempre nella Chiesa di S. Giovanni Battista, farà da cornice allo spettacolo. Ricordiamo che, il brand “stORIA” nasce all’interno dell’Accademia di Scherma Federico II di Oria, con l’intento di promuovere e valorizzare la Storia e la Città di Oria. “stORIA d’estate” è il cartellone di eventi estivo prodotto dalla sinergia fra diverse associazioni del territorio, impegnate nella medesima opera di promozione e divulgazione. Una serie di eventi ed appuntamenti tematici, selezionati con cura per la loro qualità, che permetteranno di:
OSSERVARE le armi e le armature del medioevo, le vesti di dame e cavalieri, le bardature dei cavalli, scene di vita medievali;
SCOPRIRE i diversi modi di indossare un armatura, i metodi di attacco e difesa dei castelli, l’allenamento del cavaliere, la vita delle dame e dei nobili;
IMPARARE le regole dei tornei, le diverse tecniche di combattimento, come si costruivano gli archi e le frecce nel Medioevo... e tanto altro ancora. Un originale e stimolante presentazione dell’epoca e della vita dei Cavalieri Medievali e della Città di Oria nell’ottica di un rilancio del turismo culturale attraverso un intrattenimento educativo ed una fruibilità attiva e dinamica dei monumenti e luoghi storici della Città. Non resta pertanto che assistere il prossimo sabato 25 Agosto alle ore 20.00 al suggestivo spettacolo, tra mito, storia e leggenda, sull’investitura del cavaliere medievale. Per ulteriori informazioni sui prossimi eventi organizzati dall’Accademia di Scherma Federico II, è possibile visitare il sito internet www.accademiadischerma.it

(fonte Oria.it)

Il segreto dei padri fondatori di Nicholas Hagger (Arethusa)


La nascita degli USA fra puritani, massoni e la creazione del Nuovo Ordine Mondiale. Tutti pensano che la storia degli Stati Uniti sia iniziata con lo sbarco della Mayflower nel 1620. Ma è davvero andata così? Nicholas Hagger, il più autorevole storico inglese, ci svela verità tenute segrete per oltre 400 anni che cambieranno per sempre la visione della storia americana. Le coinvolgenti pagine di questo libro delineano, infatti, un quadro storico ricco di eventi mai raccontati, di forti ingerenze ideologiche nelle strutture di governo e di documenti scottanti sapientemente occultati fino ai giorni nostri. Una storia dove anglicani, cattolici, puritani, separatisti, dissidenti, massoni e correnti di potere nascoste dietro un manto di cristianità si combattono e si alleano in un susseguirsi di ribellioni e tradimenti per formare il destino di una nazione. Il segreto dei Padri fondatori ci invita così a riflettere in maniera più chiara e profonda sulla politica americana, i cui valori sono stati, e sono tuttora, influenzati da un’ideologia segreta: l’ascesa degli Stati Uniti non è stato un evento aleatorio, ma un piano strategico progettato da un’élite massonica fin dagli albori della nuova repubblica. Un piano sostenuto e portato avanti ancora oggi dai massimi esponenti politici statunitensi. Dopo aver letto questo affascinante ed esauriente studio sulla vera fondazione dell’America, e alla luce delle implicazioni che ne scaturiranno, i lettori guarderanno al futuro del mondo con una prospettiva completamente diversa.

L'Autore: Nicholas Hagger, nato nel 1939 in Inghilterra, ha scritto oltre 30 saggi di storia, letteratura e filosofia. È stato docente di Letteratura inglese nelle Università di Baghdad, Tokyo e Tripoli e ha collaborato con i più autorevoli giornali inglesi, fra cui il “Times” e il “Guardian”. La sua lunga carriera di autore e la sua originale visione degli accadimenti lo hanno reso uno dei massimi esperti della storia culturale delle nazioni, in particolare dell’influenza che le organizzazioni segrete hanno esercitato nelle rivoluzioni avvenute in Occidente.


giovedì 23 agosto 2012

Programmazione Mentale di Eldon Taylor (Edizioni Il Punto d’Incontro)


• Sei sicuro che i tuoi pensieri, umori e desideri siano veramente tuoi?
• Pensi davvero di poter effettuare le tue scelte autonomamente?

Eldon Taylor dimostra che, attraverso la manipolazione del subconscio, pensieri e desideri sono in larga misura controllati dall’esterno. Una rivelazione sconcertante: i tuoi pensieri non sono propriamente tuoi, bensì ti vengono “suggeriti” da messaggi subliminali presenti ovunque! Le ricerche di Taylor si spingono ben oltre i classici messaggi subliminali adottati in passato dalla pubblicità e chiamano in causa elementi salienti che riguardano tutti, dal lavaggio del cervello su base quotidiana a progetti e tecnologie più complessi e meno noti quali l’HAARP.
Programmazione mentale contiene inquietanti rivelazioni che conducono a una dura verità: mettere a punto la tua mente è diventato un affare molto redditizio! Studioso e ricercatore di tecnologia della persuasione, per decenni al servizio delle multinazionali e addestratore a sua volta di manipolatori mentali, Eldon Taylor mette a nudo scomodi retroscena, ma ti offre anche un importante sistema di “depurazione mentale”: immediato riconoscimento delle influenze esterne, semplici esercizi di ripristino della tua autonomia di scelta e tecniche di pulizia del subconscio che ti permetteranno di riprendere in mano la tua vita e realizzare i tuoi sogni! Se infatti è innegabile che la manipolazione esista e sia in corso, è altrettanto vero che puoi reagire invece di temere di essere impotente. Ma c’è di più: prendendo consapevolezza dei meccanismi attraverso cui opera la manipolazione, puoi farli tuoi e sfruttare questa capacità mentale a tuo vantaggio. Programmazione mentale ti informa e ti guida a reagire, esortandoti a diventare consapevole di un potere che è sempre stato tuo e che aspetta solo di essere portato alla coscienza.
Proteggerti dalla manipolazione è possibile, e rispondere con le sue stesse armi, usando il potere della mente per guarire anziché per distruggere, è un’abilità che Programmazione mentale mette a disposizione di tutti.

mercoledì 22 agosto 2012

Il libro che nessun governo ti farebbe mai leggere di Dick Russell e Jesse Ventura (Newton Compton)


 Le menzogne dei servizi segreti, le guerre che non dovevamo combattere, le minacce terroristiche che servono a limitare i nostri diritti civili, gli esperimenti dell’esercito americano sui propri soldati: queste sono solo alcune delle scottanti rivelazioni che Jesse Ventura – ex governatore del Minnesota e noto autore di inchieste shock – mette per la prima volta nero su bianco, insieme all’attivista Dick Russell.
Partendo da 63 documenti segreti, nel libro vengono svelate alcune sconvolgenti verità: dal manuale della CIA per uccidere i leader politici stranieri ai finti attentati terroristici per giustificare un intervento militare americano, dagli imbarazzanti rapporti degli USA con dittatori ed ex gerarchi nazisti all’immobilità di fronte al genocidio ruandese, dai campi di lavoro per detenuti civili alle tecniche di torture avanzate di Guantanamo, dalle “previsioni” ignorate dell’11 settembre all’ordine di Hillary Clinton di spiare i delegati ONU, fino all’“economia dell’oppio” in Afghanistan che i servizi segreti fanno finta di non vedere.
Questi, però, sono solo alcuni degli inconfessabili segreti rimasti finora nascosti ai media durante gli ultimi sessant’anni di storia americana e internazionale. Segreti che nessuno ha avuto il coraggio di raccontare fino in fondo. E che ora possiamo leggere nei documenti originali scoprendo così, una volta per tutte, la triste verità sul mondo in cui viviamo.

martedì 21 agosto 2012

Osiris di Andy McDermott (Longanesi)


Piana di Giza, Egitto. Una squadra di archeologi sta finalmente per entrare nella mitica Sala degli Atti, nel cuore della Sfinge, per rivelarne i segreti sepolti da millenni. Un evento di portata storica e mediatica mondiale, che anche Macy Sharif, studentessa di archeologia, aspetta con ansia. Da settimane non fa che preparare caffè per i componenti della spedizione scientifica, spostare detriti e pulire attrezzi, rimanendo ore a fissare annoiata le enormi zampe di pietra del monumento. Ma alla vigilia dell'evento che potrebbe cambiare non poche pagine della storia Macy scopre, sgomenta, che la Sala degli Atti è stata violata e che un misterioso zodiaco, una mappa per arrivare alla favolosa e favoleggiata piramide di Osiride, è stato rubato. Incastrata da poliziotti corrotti, Macy tenta una fuga disperata, cercando di raggiungere le sole persone che possono aiutarla prima di essere ridotta al silenzio. Screditati, senza lavoro e senza soldi, l'archeologa Nina Wilde e l'ex SAS Eddie Chase hanno già abbastanza problemi per conto loro, ma non possono certo tirarsi indietro di fronte alla disperata richiesta d'aiuto della ragazza. Bisogna assolutamente trovare la misteriosa piramide prima di Khalid Osiris, il carismatico leader di una setta di fanatici adoratori di Osiride, mosso dall'avidità e dalla brama di mettere le mani sulle ricchezze contenute nella piramide. O forse da qualcosa di più terribile.

lunedì 20 agosto 2012

Ruben Cedeno a Lecce


Come Ordo Equestris Templi Arcadia vorremmo presentare questa grande occasione a Lecce, assolutamente da non perdere. Ecco che arriverà il Maestro di Metafisica Ruben Cedeno. «La vita non è che la continua meraviglia di esistere!» (R. Tagore). La conferenza “LA PRESENZA IO SONO” è prevista a LECCE per SABATO 22 SETTEMBRE 2012 alle ORE 17,30 presso il CASTELLO DI CARLO V PIANO TERRA IN VIA XXV LUGLIO, 34
Ingresso libero. Costo: donazione volontaria


Info . tel 02.36503124 / cell. 348.0669829

raulmicieli@yahoocom.ar    raulmicieli@metafisicaitalica.it

Facebook “Metafisica Italica”   www.metafisicaitalica.it


Lo scienziato e lo sciamano di Paolo Dossena (Lindau). Prefazione di Giorgio Galli


Nella prima metà del XX° secolo ebbe una grande notorietà la geopolitica, una teoria secondo la quale il destino dei popoli è determinato dall’ambiente geografico in cui vivono. Applicata al quadro storico e ideologico di allora, questa teoria rappresentò più di una giustificazione al nazionalismo e all’espansionismo di paesi quali la Germania nazista o l’Unione Sovietica di?Stalin, che furono alla base del secondo conflitto mondiale. I suoi fautori – tra gli altri, l’inglese Mackinder e i tedeschi Ratzel e Haushofer, il consigliere spirituale di Rudolf Hess – erano convinti che la conquista di alcune regioni avrebbe garantito il dominio universale. In particolare Mackinder era persuaso che il cuore del mondo, l’Heartland, fosse la vasta regione russa, inattaccabile dal mare e ricca di enormi risorse economiche e naturali: chi l’avesse controllata avrebbe governato l’«isola del mondo», l’enorme distesa di terre e acque dell’Europa e dell’Africa. L’Heartland rappresentò la grande scommessa di Hitler dopo il fallimento del misterioso volo aereo di Hess verso l’Inghilterra, probabilmente alla ricerca di un accordo di spartizione della regione russa.
Assorbendo idee e dogmi positivisti, razzisti e darwinisti, combinandosi, in alcuni dei suoi esiti, con suggestioni esoteriche e magiche, la geopolitica, più di altre teorie novecentesche, ha incarnato le diverse anime del «secolo delle ideologie e del mattatoio», tra i cui risultati vi è la stessa configurazione del mondo in cui viviamo oggi e dei rapporti di forza che in esso sussistono.

Paolo A. Dossena è nato nel 1968. Nel 2002 ha pubblicato Hitler e Churchill; nel 2010 è uscita invece, presso Lindau, una sua intervista in forma di libro a Giorgio Galli (Intervista sul nazismo magico). Il suo libro Le Frontiere dell’odio (2009) è stato ritirato dal commercio a causa di sostanziali divergenze con l’editore a proposito dell’editing. Per Rizzoli, ha parzialmente tradotto e curato la riedizione della Seconda guerra mondiale di Winston Churchill, per la quale ha scritto un breve saggio introduttivo, e Il grande terrore di Robert Conquest. Per Bollati Boringhieri ha tradotto Lingua madre di Dean Falk.

domenica 19 agosto 2012

Le cause nascoste della seconda guerra mondiale di Coston, Ploncard D'Assac, Bordiot, Cousteau, de Mauny, d'Argile, Bèarn (Controcorrente)


A differenza della prima guerra mondiale, la seconda fu un conflitto più che annunciato. Le previsioni si fondavano nei trattati di pace della Grande Guerra, che non avevano risolto le divisioni del continente europeo e anzi contenevano le premesse di una guerra civile europea come sfondo e causa di una guerra mondiale, totale. Gravava ancora l'indebitamento dei paesi europei per la prima guerra mondiale. Lo sforzo per i paesi belligeranti tra il 1913 e il 1920 aveva comportato un debito estero: per la Gran Bretagna era aumentato di 11 volte, per la Germania di 28. Gran parte di questi debiti erano stati contratti con gli Stati Uniti, che erano diventati creditori di una cifra enorme: circa 3,7 miliardi di dollari. Le potenze della moneta, ovunque, avevano costituito un partito per finanziare la stampa in favore della guerra. Volevano la guerra a tutti i costi. Il fronte bellicista apparteneva al regno della quantità, dell'avere e dell'alta finanza. Il resto venne fatto dalla dissennata e miope politica delle grandi potenze. L'Action française si oppose decisamente alla guerra. Il realismo geo-politico fu consapevole che si trattava di un'immane tragedia civile, europea. "Noi resteremo decimati, esangui dinanzi ai muri fumanti delle nostre case, noi ridotti allo stato di colonia anglosassone". Per i banchieri valeva la pena mettere a fuoco il mondo. Dal Protestantesimo alla Rivoluzione francese e a tutte le altre rivoluzioni, in nome dell'Illuminismo, della libertà, eguaglianza e fratellanza, si consumarono sulla pelle dei popoli genocidi e guerre immonde. Fu il tributo di sangue al dio Quattrino. Le cause nascoste della seconda guerra mondiale continuano ad interessare gli storici, in special mondo quelli che sfidano l'ortodossia storiografica. Quest'opera farà molto discutere perché racconta lo svuotamento di civiltà, il soffocamento di aneliti di libertà e di pace. C'è un intreccio di politica, cultura, economia, poteri occulti e alta finanza nello scenario di guerra. È una trama che produce comportamenti ambigui, alleanze di comodo, incoerenze, effetti contraddittori, strappi. Guerra fra Stati, guerra civile, mondiale, ideologica, di religione, del sangue contro l'oro.

I dieci saggi (scritti da Henry Coston, Jacques Ploncard d'Assac, Pierre Antoine Cousteau, Jacques Bordiot, Michel de Mauny, René d'Argile e Jacques Béarn), rappresentano, dunque, lampi nel buio della menzogna, raccontano le cause nascoste, i retroscena della seconda guerra mondiale.

"Il mondo è governato
da personaggi diversi
da quelli che immaginano coloro
che non gettano lo sguardo
dietro le quinte".BENJAMIN DISRAELI

sabato 18 agosto 2012

LE COMPLOT COSMIQUE di François Stéphane - Kreis Emmanuel (Archè)


Il Complot Cosmique ci invita a compiere un viaggio in un mondo formicolante, in cui la teoria del complotto incontra l’esoterismo, l’ufologia, la “storia misteriosa”, la new age, l’antisemitismo e le ideologie radicali. Leggendo questo saggio, il lettore apprenderà in particolare che Hitler è fuggito sopra un disco volante; che la regina d’Inghilterra è una lucertola; che l’ONU e il governo americano sono al soldo di extraterrestri; o anche che gli Illuminati sono degli agenti di questi stessi invasori extraterrestri... Tuttavia, il libro si concentrerà innanzitutto sui tentativi di militanti di estrema destra di utilizzare queste culture marginali per far passare le loro idee in ambiti talvolta lontani. Per fare questo, gli autori serviranno da guida al lettore, facendogli fare un giro del mondo di questi teorici-militanti, durante il quale il lettore, o il semplice curioso, incontrerà i nomi di Ernst Zündel, Miguel Serrano, Jan van Helsing, Jimmy Guieu, David Icke, Franck Scully o William Cooper. Il lavoro innovativo di Stéphane François ed Emmanuel Kreis ha il merito di sbrogliare la matassa di queste idee alquanto strane e di stabilirne la genealogia.

venerdì 17 agosto 2012

BUFALE SPAZIALI di Nick Redfern (Armenia)


Le missioni spaziali hanno segnato una delle tappe più esaltanti della storia dell’umanità, ma è tutto vero quello che ci hanno raccontato? E, soprattutto, ci hanno detto tutto?
La NASA, l’ente spaziale statunitense fondato nel 1959, ha svolto un ruolo di primo piano nella conquista dello spazio, sfociato poi nelle missioni Apollo sulla Luna, nel lancio della stazione orbitale Skylab e degli space shuttle. Sennonché, dietro l’ufficialità, serpeggiano i dubbi, si agitano le inquietudini e i sospetti di inganni e di insabbiamenti.
L’autore, scrittore e giornalista britannico, in particolare si sofferma su una serie di argomenti che hanno suscitato grande interesse nell’opinione pubblica.

• Gli sbarchi sulla Luna del 1969 e 1972 sono mai avvenuti? O si trattò solo di una montatura propagandistica per dimostrare la superiorità tecnologica degli Stati Uniti sull’URSS?
• Qual è stato il ruolo della NASA in tutta la vicenda della cosiddetta «Sfinge marziana»?
• Per non parlare delle censure: che dire, ad esempio, dei commenti di un noto astronauta a proposito degli incontri ravvicinati con gli UFO e dei supposti contatti con gli E.T.?

Questo libro apre le porte dei segreti più custoditi della NASA, offrendo al lettore validi spunti di riflessione.

giovedì 16 agosto 2012

Il cane di Dio di Diego Marani (Bompiani)


Il mondo in un possibile futuro. La Chiesa cattolica ha esteso il suo potere instaurando in Italia una teocrazia e controllando ogni aspetto della vita politica e sociale. Il Papa governa un feroce sistema inquisitoriale. L’eroe di questa sacra rappresentazione esplosa è Domingo Salazar. Orfano, allevato dai domenicani, è diventato un agente segreto pontificio, o meglio, un cane sciolto, che non disdegna l’amicizia del musulmano Guntur e combatte con ogni mezzo lecito e illecito gli atei, i negatori di ogni fede e senso dell’ordine cosmico. L’incarico che Salazar ha ricevuto da un misterioso Vicario è di catturare Ivan Zago, l’imprendibile capo dei nemici della Chiesa, e di sventare l’attentato che incombe sulla cerimonia per la santificazione del Santo Padre. Ma nella polizia vaticana qualcuno ordisce altre trame e Domingo da cacciatore, sta per diventare preda. Diego Marani ci porta con il suo nuovo romanzo, veloce e pieno di sorprese, nel cuore segreto me inquietante di un nuovo impero del male.

Diego Marani è nato a Ferrara nel 1959. Funzionario internazionale, lavora presso la Commissione Europea, dove si occupa di cultura e di lingue. Nel 2000 è uscito per Bompiani il suo primo romanzo, Nuova grammatica finlandese, che gli è valso il Premio Grinzane Cavour. Sono seguiti L’ultimo dei vostiachi (Bompiani 2002, Premio Campiello – Selezione Giuria dei Letterati e Premio Stresa), L’interprete (2004), Il compagno di scuola (2005, Premio Cavallini), Come ho imparato le lingue (2005), Enciclopedia tresigallese (2006). Nei Tascabili Bompiani sono usciti A Trieste con Svevo (2003) e La bicicletta incantata, pubblicato in cofanetto con il film di Elisabetta Sgarbi, Tresigallo - Dove il marmo è zucchero (2007).


mercoledì 15 agosto 2012

Le confessioni di un illuminato vol.2 di Leo Zagami (Uno edizioni)


Dopo un introduzione magistrale al mondo delle Società Segrete con il primo volume, eccoci proiettati con l'autore nel vivo dei cambiamenti in corso e delle grandi manovre occulte del Nuovo Ordine Mondiale. Ma bisogna svegliarsi e prepararsi anche al di là dei propri credi religiosi o del proprio ateismo perché i "controllori" del Nuovo Ordine Mondiale si muovono usando le "Profezie" a proprio vantaggio. L'autore dimostra che i vertici di Gerusalemme e Roma, Sionisti e i Gesuiti in primis, uniti da un patto indissolubile dopo il Concilio vaticano II e con le loro Massonerie e Cavallerie sparse in tutto il pianeta, stanno in realtà operando la fase finale per la creazione di un Governo Mondiale. Ma anche la Cina fa la sua parte, con l'entrata in campo della cosiddetta "Frammassoneria Cinese" non riconosciuta e spesso collusa con la criminalità. Vengono cosi esposti i segreti più inconfessabili di potenti come Ted Turner o Silvio Berlusconi, che in comune non hanno solo una passione per i media o i bunker sotterranei ma ben altro. E l'autore per la prima volta affronta anche il tema delle origini massoniche della mafia da un punto di vista storico e addirittura iniziatico e ci parla della piaga del satanismo generazionale nella Massoneria Statunitense, mostrando prove documentali inedite e segreti sconcertanti sui segreti del pidduismo in relazione agli illuminati e all'onU con rivelazioni e nomi mai fatti prima d'ora.


L'AUTORE: Leo Lyon Zagami nato il 5 Marzo del 1970 a Roma e figlio del Prof.Elio Zagami noto analista junghiano, scrittore e co-fondatore del G.A.P.A. (Gruppo Autonomo di Psicologia Analitica di cui era presidente), nipote del Senatore e saggista Leopoldo Zagami noto per aver scritto i libri piu' autorevoli sulla storia delle Isole Eolie, e figlio di Jessica Lyon Young membro della famiglia della Regina Madre d'Inghilterra, a sua volta figlia degli scrittori Henry Lyon Young e Felicity Mason collaboratrice di William Burroughs nota come Anne Cumming. Sostenuto dalla creatività dell'ambiente in cui è nato, fin dalla tenera eta' si dedica allo studio e alla ricerca in campo esoterico, storico, e filosofico parallelamente alla sua passione per i media e la musica, che lo porterà a collaborare con radio e televisioni in tutto il mondo (BBC inglese, ABC Australiana, la NRK norvegese...), cosa che lo ha portato a essere il primo speaker radiofonico estero a parlare liberamente sulla Radio Russa dopo il crollo del muro di Berlino e a organizzare un party di beneficienza nel celebre Bolshoi di Mosca nel 2002 con le massime autorita' delle istituzioni russe. Dal 2006 inizia, non senza problemi ma coraggiosamente, la sua attivita' divulgativa sul web riguardante il suo coinvolgimento diretto con il Nuovo Ordine Mondiale e le Societa' Segrete ad esso collegate comunemente note come gli illuminati. Dal 2009 diventa autore di ben 4 libri di saggistica e geopolitica pubblicati in Giappone e diventati presto best sellers, vendendo oltre 50 mila copie. I primi due libri sono stati scritti insieme al noto giornalista ed ex responsabile della prestigiosa pubblicazione Forbes Magazine Benjamin Fulford, il terzo insieme alla Principessa del Giappone Koaru Nakamaru, il quarto invece, pubblicato il 1 Novembre del 2011, è la sua prima opera solista in campo letterario, cosi come i due volumi di prossima uscita per Uno Editori.

martedì 14 agosto 2012

L'Istituto Tavistock di Daniel Estulin (Arianna Editrice)


Conoscete l'Istituto Tavistock? Situato nell'omonima cittadina in Inghilterra, è considerato come il massimo centro mondiale delle attività di controllo mentale e di ingegneria sociale Il famoso giornalista investigativo e autore del bestseller Il Club Bilderberg Daniel Estulin, ci rivela l'esistenza di questo organismo creato per controllare il destino di tutto il pianeta e per cambiare la società contemporanea. In questo libro rivoluzionario, Estulin svela l'origine e il modus operandi dell'Istituto, chi lo governa, quali sono i suoi obiettivi e come influenza noi tutti - le vere vittime - durante la nostra vita quotidiana. Siamo veramente tutti in pericolo? Veniamo esposti ogni giorno agli oscuri meccanismi creati da un gruppo di psicologi, psichiatri e antropologi pagati dall'oligarchia internazionale che controlla il mondo per favorire i propri interessi. Dalla musica alla contro-insorgenza, dalla droga alla televisione, ascolta i consigli di Daniel Estulin per capire come difenderti ogni giorno dall'Istituto Tavistock, combattere i suoi metodi ed essere finalmente libero da ogni controllo mentale.

lunedì 13 agosto 2012

Quando la morte bussa alla taverna. I misteri dell'Abbazia di Hawkenlye di ALYS CLARE (Edizioni L’Età dell’Acquario)


È il Natale dell’anno 1184. Al castello di Windsor re Enrico d’Inghilterra ha dato inizio ai tradizionali festeggiamenti. La corte, i nobili, i cavalieri, le donne più belle del Regno si abbandonano ai piaceri della musica e del cibo, dei tornei e delle danze. Il castello è un’oasi felice in un mondo di furibonde lotte per il potere, faide dinastiche, territori da conquistare, nemici da distruggere, con l’incubo dei musulmani che si profila all’orizzonte. Un paradiso, si direbbe. Ma non per tutti. Perché quella notte una giovane viene violentata in un letto molto importante. Una violenza feroce, bestiale. Uno sfogo dei sensi più bassi, degli istinti più belluini.
Circa dieci anni dopo, a Tonbridge, nel sud dell’Inghilterra, nella taverna della dolce Ann, un uomo muore avvelenato dopo atroci sofferenze. È il primo atto di giustizia che discende da quel tragico evento, se non fosse che un altro uomo doveva morire. Ma non importa, la ruota della verità si è messa in moto e questa volta sembra che giri dalla parte giusta. Dalla parte dei deboli, per una volta. Perché così può essere letta la feroce caccia all’uomo, anzi a una donna, che Alys Clare ambienta nella foresta di Wealden senza esclusione di colpi. Come un inseguimento mozzafiato di un nobile spregiudicato e senza scrupoli a una giovane donna che è l’unico intralcio ai suoi sogni di potere.
Come nei precedenti due volumi della saga dell’abbazia di Hawkenlye, Alys Clare racconta dell’eterna lotta tra le forze del Bene e quelle del Male e riporta in scena il nobile cavaliere Josse d’Aquin e la badessa Helewise, questa volta invischiati in una torbida vicenda di sesso e violenza che coinvolge i più alti livelli della Corte inglese. Con al centro di tutto un bambino predestinato, il cui rapimento potrebbe sconvolgere i destini di un’intera nazione.

ALYS CLARE è lo pseudonimo di una celebre scrittrice inglese. La serie dedicata ai Misteri dell’Abbazia di Hawkenlye comprende 12 volumi, in corso di pubblicazione presso la nostra casa editrice. Le avventure della badessa Helewise e del cavaliere Josse d’Aquin sono tradotte in tutto il mondo.

sabato 11 agosto 2012

Die Expeditionen.Der.Nazis-Abenteuer und Rassenwahn Teil 1



Um den Anspruch des NS-Regimes auf Weltherrschaft mit wissenschaftlichen Methoden zu begründen, rüstete das „Dritte Reich" aufwendige Expeditionen aus, die nur einem einzigen Ziel dienen sollten: Beweise für die kulturelle Überlegenheit der germanischen Rasse zu finden. Dazu diente auch ein Forschungsunternehmen, das von Heinrich Himmler und dem „SS-Ahnenerbe" geleitet wurde. Im Auftrag des SS-Chefs fahndete 1938 der Zoologe Ernst Schäfer mit seinem Team nach Beweisen für abstruse Theorien, die im Dunstkreis Himmlers als „Wissenschaft" gehandelt wurden. Himmler glaubte an eine nordische Herrenrasse, die den Untergang des sagenhaften Atlantis überlebt habe. Einige Überlebende sollten sich angeblich nach Tibet gerettet haben. Die deutsche Industrie finanzierte die Expedition mit erheblichen Mitteln. Schäfer selbst hielt im Hinblick auf die Verwendbarkeit für die Kriegswirtschaft und für künftige Siedlungsgebiete im Osten Ausschau nach geeigneten Getreidekörnern, Samen und einer robusten Pferderasse, die im Krieg eingesetzt werden sollte.

venerdì 10 agosto 2012

La fortuna è come la luna. I misteri dell’Abbazia di Hawkenlye di Alys Clare (Edizioni L’Età dell’Acquario)


1189, Aquitania. Nell’«esilio» francese Riccardo Plantageneto riceve la notizia della sua elezione a re d’Inghilterra. Per i suoi nuovi sudditi è un illustre sconosciuto, il più pallido tra i figli del sovrano appena scomparso. E l’Inghilterra per lui non è da meno, terra matrigna e ostile, a differenza della sua patria adottiva: l’adorata Aquitania. Per farsi benvolere Riccardo concede un’amnistia: le prigioni inglesi vengono svuotate dei criminali comuni. I sudditi apprezzeranno e cominceranno ad amarlo. Ma subito accade un fatto che rischia di vanificare il suo gesto. Nell’abbazia di Hawkenlye, in mezzo alla foresta del Weald, non lontano da Londra, viene trovato il corpo senza vita di una giovane suora, Gunnora di Winnowlands. Orrendamente esposto nella sua nudità, con i segni di uno stupro. Eleonora d’Aquitania, madre di Riccardo e artefice della sua ascesa al trono, è particolarmente affezionata a Hawkenlye, l’ha voluta lei perché anche l’Inghilterra avesse la sua Fontevraud. E come Fontevraud, Hawkenlye è infatti retta da una donna, la badessa Helewise, ambiziosa, abituata al comando, dalla forte personalità. Il nuovo re non può tollerare una simile infamia. Eleonora lo sollecita a occuparsi della faccenda, subito e bene, se non vuole cominciare con il piede sbagliato. E Riccardo obbedisce, inviando a Hawkenlye un cavaliere del suo seguito, Josse D’Aquin. Muovendosi tra l’abbazia e il folto bosco circostante, l’inviato del re rinverrà altri cadaveri, scoprirà storie sordide di amori segreti ed eredità contese, svelerà gli intrighi di giovani cavalieri senza scrupoli e tenere fanciulle prigioniere dei loro sentimenti, pronte per amore a mentire a Dio e a perdere il diritto a ingenti fortune. Ma soprattutto Josse D’Aquin stringerà un legame inedito con la badessa Helewise, alla ricerca di un assassino la cui unica traccia è il sangue delle vergini sparso per sempre sulla terra consacrata a Dio. La terra del nuovo re, Riccardo Cuor di Leone. Alys Clare

Alys Clare è lo pseudonimo di una celebre scrittrice inglese. La serie dedicata ai Misteri dell’Abbazia di Hawkenlye comprende 12 volumi, di prossima pubblicazione presso la nostra casa editrice. Le avventure di Josse D’Aquin, il loro protagonista, sono tradotte in tutto il mondo.

giovedì 9 agosto 2012

Vichinghi di Patrick Weber (Edizioni L’Età dell’Acquario)


Francia, 1944. Un commando delle SS al servizio dell’Ahnenerbe (il gruppo, voluto da Himmler, dedito alle indagini archeologiche e alle esplorazioni) è alla ricerca della sepoltura di Hrólfr, il condottiero vichingo divenuto nel X secolo primo duca di Normandia con il nome di Rollone. Che cosa li spinge a un’impresa così rischiosa in terra d’occupazione?
Reclutato dalla Resistenza francese, l’archeologo Pierre Le Bihan si immerge nella storia di quell’antico popolo guerriero e nelle lotte di potere che contrapposero chi era favorevole alla conversione al cristianesimo e chi invece voleva restare fedele alle divinità nordiche. Con l’aiuto della giovane combattente Joséphine, Pierre si metterà sulle tracce del mitico Martello di Thor, l’emblema della potenza dei sovrani scandinavi, l’arma che annienta tutti i nemici e di cui nessuno conosce la sorte. Sarà una corsa contro il tempo, per arrivare prima dei nazisti ed evitare la catastrofe: il trionfo del Terzo Reich e la fine dell’Europa cristiana. Mille anni dopo, l’invasione dei pagani sta per ricominciare.


Patrick Weber è nato a Bruxelles nel 1966. Dopo aver compiuto studi di storia dell’arte e archeologia, ha cominciato a lavorare come giornalista nella carta stampata e nella televisione del suo paese. Weber è autore di sceneggiature cinematografiche, fumetti, biografie e numerosi romanzi storici.

mercoledì 8 agosto 2012

Bonhoeffer. La vita del teologo che sfidò Hitler di Eric Metaxas (Fazi)


Mentre Hitler e i nazisti seducevano una nazione, intimidivano un continente e sterminavano gli ebrei, un piccolo numero di dissidenti lavorava per smantellare il Terzo Reich dall'interno. Uno di questi era Dietrich Bonhoeffer, uno dei teologi più importanti del Novecento. Coinvolto nel fallito attentato a Hitler, rinchiuso per 18 mesi nella prigione militare di Tegel e poi a Buchenwald, all'alba del 9 aprile 1945, a due settimane dalla liberazione, fu impiccato nel campo di concentramento di Flossenbürg per ordine dello stesso Hitler. Aveva 39 anni e lasciava la fidanzata con cui avrebbe voluto presto sposarsi. Questo libro è la sua biografia. Unendo i due volti della sua vita - il teologo e l'attivista - racconta una storia di incredibile coraggio morale di fronte al male assoluto. L'autore si avvale di documenti prima non disponibili, incluse lettere personali, diari e testimonianze dirette, e con essi rivela aspetti della vita di Bonhoeffer sinora sconosciuti. Non senza significative conseguenze per la comprensione della sua teologia. Diceva: "La grazia a buon mercato è il nemico mortale della nostra Chiesa. Noi oggi lottiamo per la grazia a caro prezzo". La vita di quest'uomo straordinario è una grande testimonianza di fede e di eroismo. La sua passione per la verità e il suo impegno per la giustizia sono contagiosi.

martedì 7 agosto 2012

Il quadro segreto di Caravaggio (Newton Compton). Dall'autore del bestseller Il libro segreto di Dante. Un grande thriller di Francesco Fioretti


Roma, 1604. In un’atmosfera buia e misteriosa, dominata dal severo clima della Controriforma, Caravaggio è un artista sempre più apprezzato da nobili e alti prelati, ma criticato da tanti pittori. Cupo nel carattere, sregolato nelle inclinazioni, dipinge ogni quadro in un forte contrasto di luci e ombre, sempre ritraendo gente del popolo, mendicanti, artigiani, prostitute. Dopo la morte misteriosa di una ragazza borgognona, un giorno anche Anna Bianchini, una delle sue prime modelle, viene trovata senza vita dall’amica Fillide, altra cortigiana e musa del pittore. Caravaggio comincia allora a interrogarsi su questi strani delitti. Quale mistero nascondono? Chi ne è il mandante e cosa vuole ottenere? Sulla scia di un indizio, il pittore inizia così una personale indagine, aiutato da Lena, la sua compagna, anche lei un’ex prostituta. Entrambe le donne erano infatti entrate e poi fuggite dal Convento delle Convertite, un luogo oscuro che accoglie chi è in cerca di redenzione. Avevano forse scoperto qualcosa che non doveva essere rivelato?
Quando la corruzione e l’ipocrisia degli ambienti legati alla Curia e all’Accademia romane stanno per essere svelate e Caravaggio è vicino alla verità, un’accusa di omicidio lo costringe ad abbandonare Roma. Che ne sarà di Lena? La donna ormai è a conoscenza di particolari troppo pericolosi…

lunedì 6 agosto 2012

EPISCOPIVS TROIANVS - Il taccuino di Troia (Gelsorosso Ed.) di Antonio V. Gelormini


Kaspar Jr. Van Wittel era letteralmente catturato dall’imponenza affascinante delle Alpi, mentre ne sorvolava le cime innevate e mentre si apprestava a sfogliare le pagine nascoste di una storia senza fine. Il Gran Tour di Kaspar jr. si dipana sulle tracce accattivanti di linee architettoniche familiari e lungo i riverberi di sentimenti devozionali insistentemente tramandati. Un percorcorso tracciato negli anni della sua infanzia olandese dai racconti di una nonna “incantevole”, che come un filo d’Arianna lo guideranno dalla Firenze di Raffaello alla Roma dei Papi, dalla Napoli carolingia alla familiare Reggia vanvitelliana di Caserta. Fino al cuore dell’entroterra dauno: Troia. La serpens longa dell’Antica Daunia (così velenosamente stigmatizzata da Federico II), che da Castra Hannibalis quando ancora Aecae, nei disegni strategici bizantini diventerà fulcro del processo di ridefinizione delle sedi episcopali meridionali. Episcopius troianus “racconta” il Palazzo Vescovile di Troia. Attraverso le sue vicissitudini, quelle dei Vescovi che l’hanno abitato, quella di un’originale pala d’altare del Solimena, nonché della tribolata vicenda di preziosi volumi e codici emigrati “forzosamente” verso biblioteche più blasonate, racconta anche la parabola di una Diocesi e di una Città, che hanno rappresentato un pezzo di storia importante di questo suggestivo angolo di Puglia.

Il progetto “Taccuini” - “EPISCOPIVS TROIANVS – Il taccuino di Troia” è l’avvio di un progetto editoriale dedicato alla cultura e all’identità di paesi e territori. Un progetto che intende caratterizzarsi per la focalizzazione di un singolo bene culturale (un edificio, un’opera d’arte o un reperto storico di particolare importanza), noto o sconosciuto, per ricostruire intorno ad esso tutta l’atmosfera e il sentimento del territorio che lo possiede. E’ la storia che prende forma, per esempio, in una chiesa, in un palazzo, in una collina, dando vita e riconoscibilità all’intera zona circostante. E poiché il solo luogo, la sola destinazione non bastano a dar senso a tutto quel che vi si trova, i temi e i titoli del progetto vogliono essere intensamente culturali e paesaggistici, prim’ancora che meramente geografici. Nello sforzo di contribuire alla valorizzazione di risorse culturali e ambientali, spesso trascurate o sottovalutate, si intende stimolare il lettore a farsi visitatore invogliandolo a scoprire, e talvolta a riscoprire, tesori, simboli, tracce e caratteri di identità territoriali, di cui essere orgogliosi di poter condividere, promuovere ed arricchire.


domenica 5 agosto 2012

Alphabetum. La confraternita del saio nero di Massimo Pietroselli (Newton Compton)


Quale segreto nasconde l’Alfabeto di Erode?

1599. A pochi mesi dall’apertura dell’Anno Santo, una terrificante rivelazione sta per scuotere Roma.
Nelle proprietà di Francesco Cenci, ucciso dalla figlia Beatrice, un antiquario rinviene un teschio deforme. L’uomo lo sottopone subito a Leonia e Grifo, emissari di Rodolfo II, il folle imperatore noto per la sua passione per gli oggetti bizzarri. Ma davanti a quei resti così inquietanti, Leonia non ha alcun dubbio: è il cranio del famoso e temibile Maestro del Monogramma, il pittore romano condannato dall’Inquisizione, autore dell’Alfabeto di Erode, il libro che conteneva incisioni raccapriccianti e sacrileghe. L’inattesa scoperta sembra dischiudere per Leonia e la sua guardia del corpo una grande opportunità. E se quel reperto fosse un indizio per rintracciare un testo così raro e smisuratamente prezioso?
Roma intanto è teatro di gravi eventi. Durante le sue ripetute estasi, una suora annuncia un giubileo infernale e l’apertura del Regno dei Morti. Poco dopo, quattro bambini, coi nomi degli Evangelisti, spariscono misteriosamente. C’è forse un legame tra l’angosciante profezia, le incisioni dell’Alfabeto di Erode e le quattro scomparse? Chi trama per seminare sospetti e paure in una Roma che si prepara all’Anno Santo? Nelle viscere della città eterna, dove un tempo si svolgevano strani riti e terribili sacrifici, è nascosta la verità. Ma la via per raggiungerla è disseminata di morte…

Un pittore folle.
Un libro blasfemo.
Una profezia che annuncia l’avvento del Regno dei Morti.
Quale terribile verità si nasconde nel ventre di Roma?

«C’è l’inferno, e Roma vi è costruita sopra. L’inferno. Lo vedo. Dio mio, aiutami, proteggimi, perché sono sola. Al Santo Giubileo si contrapporrà il Giubileo pagano, e gli innocenti tremeranno tra fredde mura.»

venerdì 3 agosto 2012

Skull and Bones - USA

 


September 2002 - This feature charts the history of secret Yale society 'Skull and Bones', which grants members lifelong access to power and privilege. Like other secret societies, 'Skull and Bones' has spawned many rumours about its arcane rituals and concern about the veiled access to power it offers. "Skull and Bones is a Free-masonic association. You could call it a death cult," says commentator W. Tarpley. The society meets in the 'tomb', a crypt-like building where skeletons are kept. Novices have bags placed over their heads, and have to swear an oath of secrecy. Founded in the 1830's, the elite institution has been the springboard for Presidents, tycoons and CIA men alike. Members have included the most powerful American families: the Tafts, Harrimans and Rockefellers. Today its most famous alumni are George W. Bush, whose father, grandfather and many other relatives were members, Bush's likely challenger at the next Presidential election. All deny it. Other Bonesmen helped fund George W. Bush's rise to power, yet he claims he doesn't even know if the society still exists. But his alleged association with the society raises doubts as to the viability of his position: "They swear to take care of each others' interests. When one of them becomes president of the United States, then it's time to ask questions," comments Professor R Bunch. This report tracks down former members to try and fill in the blanks and examines whether we should worry about the influence of secret societies on the world's most powerful democracy.



mercoledì 1 agosto 2012

In libreria Ciclo del mondo del nuovo fiume di P. J. Farmer per Fanucci


Philip José Farmer (1918-2009) è stato un autore di fantascienza statunitense. Narratore eclettico, ironico e dissacrante, si è aggiudicato alcuni tra i maggiori riconoscimenti letterari nel campo fantascientifico, tra i quali il premio Hugo per Il fiume della vita (primo episodio del Ciclo del mondo del fiume) e il premio Nebula alla carriera. Fanucci Editore ripropone in una nuova edizione tutto il Ciclo del Mondo del fiume, l’opera che lo ha definitivamente consacrato come uno dei più grandi autori di fantascienza del Novecento.

Volume I - Il fiume della vita (pp. 128 - € 9.90 - Traduzione di Gabriele Tamburini)

L’esploratore inglese Sir Richard Francis Burton si risveglia dopo la morte in un aldilà paradisiaco e misterioso: una vallata circondata da montagne impenetrabili e attraversata da un fiume immenso, lungo le cui sponde l’intera l’umanità si è risvegliata dalla morte. In questo strano eden la storia della civiltà ricomincia da zero, con il difficile incontro tra uomini di epoche e culture diverse, tra chi si abbandona alle proprie pulsioni e chi si interroga sul senso e le ragioni della nuova realtà. In compagnia dello scrittore di fantascienza Peter Frigate, di Alice Liddell, l’ispiratrice di Alice nel Paese delle Meraviglie, dell’aviatore Manfred von Richthofen e di altri personaggi che popolano il Mondo del Fiume, Burton decide di intraprendere un avventuroso viaggio verso le sorgenti. Spinto dalla sua innata curiosità e da un inesauribile desiderio di scoperta, cercherà di capire cos’è il Fiume e chi e perché ha resuscitato l’umanità.


Volume II - Alle sorgenti del fiume (pp. 138 - € 9.90 – Traduzione di Gabriele Tamburini)

Vent’anni dopo il tentativo di Sir Richard Francis Burton, un altro uomo si propone di sciogliere l’enigma nel Mondo del Fiume, in cui miliardi di risorti condividono un destino indecifrabile. Samuel Clemens, in arte Mark Twain, sogna di costruire un battello e risalire il Fiume fino alle sorgenti, proprio come nella vita precedente aveva navigato il Mississippi. Le numerose avversità che ostacolano il suo ambizioso progetto – la mancanza di giacimenti metalliferi, i burrascosi incontri con personaggi ostili, come Cyrano de Bergerac e Giovanni Senza Terra – non fermano l’indomita ricerca di Clemens, ormai vicinissimo a realizzare il suo piano. Ma gli uomini del Mondo del Fiume conservano il ricordo e le peculiarità delle proprie esistenze terrene, e Sam Clemens-Mark Twain sembra condannato ancora una volta a vedersi sfuggire la realtà tra le mani.

Volume III - Il grande disegno (pp. 260 - € 9.90 - Traduzione di Roberta Rambelli)

Per decenni la vita del Mondo del Fiume è stata regolata da un complesso meccanismo di resurrezioni. Ora questo ciclo sembra essersi interrotto. Il mistero che avvolge il Mondo del Fiume e chi lo governa sembra infittirsi. Spinti dalla necessità di avere risposte sul mondo, si moltiplicano i tentativi di tracciare percorsi attraverso il mare polare per raggiungere l’imponente torre che lo sovrasta. Richard Burton prova a ricongiungersi all’equipaggio della prima nave mentre, dopo aver giurato vendetta a re Giovanni Senza Terra, Mark Twain alias Sam Clemens cerca di costruire un altro battello in grado di permettergli la risalita del Fiume. L’ingegnere Milton Firerbrass, intanto, tenta un viaggio con un enorme dirigibile in grado di raggiungere le sorgenti più velocemente. A guidarlo è Cyrano de Bergerac. Ma le difficoltà non mancano, così come i tentativi di sabotaggio.

Volume IV - Il labirinto magico (pp. 370 - € 9.90 – Traduzione di Roberta Rambelli)

Gli umani che dopo la morte hanno avuto in sorte una nuova vita lungo le sponde del grande Fiume stanno per assistere a una battaglia epica. Dopo trentatré anni di navigazione, il Rex Grandissimus, l’enorme nave d’acciaio di Giovanni Senza Terra, è ormai giunta in prossimità delle sorgenti. Il re e il suo equipaggio si apprestano a violare l’impenetrabile torre degli Etici, ma prima devono fare i conti con Sam Clemens che, con il suo Riservato, li incalza pronto a vendicare il tradimento. A tentare di scongiurare la catastrofe sarà Hermann Göring, l’ex gerarca nazista che in quel mondo di redenzione si ritrova a essere un apostolo della pacifica Chiesa della Seconda Possibilità. Potrà la nuova umanità sopravvivere a uno scontro di tale portata? Riusciranno le forze misteriose e sovrannaturali degli Etici a piegare il destino del Mondo del Fiume al loro volere?

Volume V - Gli dei del fiume (pp. 1290 - € 9.90 - Traduzione di Giampaolo Cossato e Sandro Sandrelli)

Più di trentacinque miliardi di persone provenienti da ogni epoca e luogo della storia dell’umanità sono stati resuscitati e vivono lungo le sponde di un grande e tortuoso corso d’acqua. La maggior parte di loro ha iniziato una nuova vita, accettando senza discussioni il sostegno fornito da benefattori misteriosi. Ma una manciata di ribelli, primi fra tutti Richard Burton, Mark Twain e Peter Frigate, ha tentato di usurpare i maestri invisibili che determinano il destino dei risorti. Guidati da Sir Richard Francis Burton, gli intrepidi lotteranno per il controllo di quella misteriosa realtà affrontando una volta per tutte i suoi leader onnipotenti. Nei vasti corridoi e nelle stanze segrete della gigantesca torre che sorge nei pressi della calotta polare artica si svolgerà l’ultima e decisiva battaglia per la conquista del Mondo del Fiume.